Rischi di aggiustamento collo del chiropratico

La manipolazione chiropratica della colonna vertebrale cervicale o del collo può causare vertigini, cefalea, vertigini e portare a ictus. La compressione delle arterie cervicali è una preoccupazione importante e spesso non viene divulgata al paziente prima del trattamento al fine di prevenire livelli di ansietà aumentati e il potenziale rifiuto della cura chiropratica. Quando ricevete le regolazioni del collo da un chiropratico, dovreste sempre indagare sui potenziali rischi associati al trattamento.

Dissezione dell’arteria cervicale

La dissezione dell’arteria cervicale, o CAD, descrive la separazione degli strati della parete del vascello delle arterie carotide o vertebrali nel collo o nella colonna cervicale. Questa condizione è la causa più comune di ictus nei giovani e si caratterizza per dolore al collo, mal di testa e perdita della vista. Un articolo del numero di giugno 2010 di “The Open Neurology Journal” elenca i principali traumi della testa e del collo dovuti a incidenti automobilistici e manovre chiropratiche come i due fattori di rischio più importanti per il CAD. Gli autori descrivono ulteriormente i fattori di rischio emergenti per questa condizione e hanno affermato che la causa del CAD non è pienamente compresa e richiede ulteriori indagini.

Vertebrobasilar Stroke

Il colpo vertebrobasilare o VBA è un disturbo causato da un flusso di sangue ridotto attraverso il sistema arterioso del collo. La corsa VBA può essere portata dalla compressione della parete esterna delle arterie carotide o vertebrali a causa di regolazioni chiropratiche del collo. Uno studio sul tema “Spine” del marzo 2010 ha indagato sulla correlazione tra cure chiropratiche e colpi VBA nei pazienti ammessi ad un ospedale Ontario, Canada tra il 1993 e il 2002. I ricercatori hanno identificato 818 colpi VBA e hanno scoperto che i pazienti di età inferiore ai 45 anni erano tre Tempi più probabili di aver visto un chiropratico prima dell’inizio del colpo, rispetto a quelli sopra i 45 anni. Tuttavia, non hanno trovato prove di un aumento del rischio di colpo VBA associato a cure chiropratiche rispetto al trattamento primario da un medico.

Minori effetti collaterali

Secondo un articolo del numero di ottobre 2007 di “Spina”, i rischi di effetti negativi della manipolazione chiropratica della colonna vertebrale cervicale sono sconosciuti. I ricercatori hanno esaminato i risultati del trattamento di più di 19.000 pazienti e non hanno trovato rapporti di gravi effetti negativi. Tuttavia, lo studio ha notato effetti collaterali minori tra cui svenimento, vertigini e mal di testa in circa 15 per 1000 aggiustamenti. Gli autori hanno concluso che la regolazione chiropratica della colonna cervicale era relativamente sicura.

Comunicazione da chiropratici

Uno studio sull’edizione 2010 di Chiropractic & Osteopathy ha esaminato la frequenza della divulgazione dei rischi da parte dei chiropratici e conseguente ritiro dal trattamento. I ricercatori hanno distribuito questionari a 200 chiropratici dell’U.K e hanno scoperto che 88 per cento degli intervistati ha ritenuto importante la divulgazione del rischio di trattamento quando si ottiene il consenso al trattamento. Tuttavia, i ricercatori hanno osservato che solo il 45 per cento dei professionisti ha ammesso di discutere sempre i rischi di manipolazione cervicale con i loro pazienti. Inoltre, il 46 per cento dei chiropratici ha ammesso che la divulgazione di eventuali complicanze aumenterebbe i livelli di ansia dei loro pazienti fino ad un punto dove potrebbero rifiutare il trattamento.