Il pepe di caienna può danneggiare il tuo stomaco?

Il pepe di Caienna è un peperoncino che appartiene alla famiglia di piante da frutto, che include paprika, pomodoro e melanzane. I peperoni vengono essiccati e in polvere ed utilizzati per fare salse calde e aggiungere caldo piccante agli alimenti, come le ali in pollo Buffalo. Poiché la cayenne contiene una sostanza chimica con proprietà analgesiche, viene usata topicamente per alleviare il dolore nervoso e muscolare. Cayenne è anche usato internamente per stimolare la digestione. Mangiare troppo, tuttavia, potrebbe causare problemi di stomaco.

Fattore di calore

Il calore dei peperoncini è misurato dalla scala Scoville, che va da zero a 16.000.000 unità. Secondo Richard L. Myers, autore di “I 100 composti chimici più importanti: una guida di riferimento”, l’indice di calore di cayenne è tra 30.000 e 80.000 unità Scoville. Per metterlo in prospettiva, considerate che i jalapeno stiano tra 3.000 e 8.000 unità di calore.

Composizione chimica

La capacità termica di peperoncini rappresenta effettivamente una misurazione della capsaicina, l’ingrediente attivo in cayenne. Il “Desk Medical Desk” per i medicinali a base di erbe dice che la cayenne contiene fino al 38% di capsaicina, descritta come antinfiammatoria, antimicrobica, analgesica e gastroprotettiva. Questo composto provoca anche una sensazione di bruciore al contatto.

Effetti fisici

La capsaicina esercita effetti analgesici impoverendo neuropeptidi, molecole proteiche specializzate che rimbalzano tra le cellule nervose e segnano la percezione del dolore in quello che è noto come risposta nocicettiva. Uno studio pubblicato nel numero di agosto 2011 del “British Journal of Pharmacology” riferisce che questo effetto è guidato dall’attivazione di alcuni recettori di capsaicina, come il potenziale del recettore transitorio vanilloide 1 o TRPV1. Quando la capsaicina si lega a TRPV1, si apre un canale di calcio che stimola il rilascio di più neuropeptidi come la sostanza P. A differenza degli analgesici antagonisti orali che bloccano sistemicamente l’attività TRPV1, la capsaicina attiva TRPV1. Con esposizioni ripetute, tuttavia, le fibre nervose diventano desensibilizzate, che allevia il dolore ma senza dulling la sensazione di tocco. Nell’intestino, tuttavia, la capsaicina può aumentare la peristalsi gastrointestinale e il rischio di irritazione dello stomaco, ulcere, diarrea e sindrome dell’intestino irritabile cronico.

Potenziali effetti gastrointestinali

Secondo il “riferimento di medici per i medicinali a base di erbe”, l’ingestione della capsaicina è stata dimostrata per proteggere lo stomaco dai danni causati dall’aspirina. Tuttavia, l’Università del Maryland Medical Center dice che la capsaicina aumenta anche la produzione di acido stomaco, che è problematico se si ha una storia di ulcere peptiche.

Poiché la capsaicina aumenta l’acidità dello stomaco, mangiando un sacco di pepe di caienna ridurrà l’efficacia dei riduttori di acido prescritti e non-contratti. Parlare con il medico circa l’assunzione di cayenne se prendi farmaci per l’asma, inibitori ACE o droghe che riducono il sangue, in quanto potrebbero esservi effetti collaterali potenziali, inclusi il rischio di sanguinamento. L’Università del Maryland Medical Center spiega che mentre si mangia cibi con pepe di caienna è sicuro durante la gravidanza, non si dovrebbe prendere integratori. Cayenne passerà anche attraverso il latte materno mentre stai allattando, durante il quale non dovresti usare cayenne come integratore o spezie.

Effetti collaterali e avvertimenti