Effetti caffeina sull’umore

La caffeina è il farmaco più utilizzato e disponibile oggi in uso. Classificato come stimolante a causa degli effetti sul sistema nervoso centrale, aumentando la vigilanza e l’energia e diminuendo i sentimenti di stanchezza, gli effetti positivi vengono anche con effetti negativi. È possibile trovare la caffeina in bevande, in supplementi di allenamento, in farmaci e concentrato in compresse vendute per tenerti svegli.

vigilanza

L’allerta è un effetto collaterale di consumo di caffeina, che è una delle ragioni primarie che la gente bevono caffè al mattino. Il Centro di informazione sulla scienza del caffè ha dimostrato che la dose media di caffeina da 100 a 200 mg aumenta la vigilanza mentale e le prestazioni dei compiti. Sebbene Griffith e Mumford in “Caffeina: una droga di abuso” hanno riscontrato nel loro studio che i pesanti consumatori di caffeina non hanno riportato livelli di vigilanza più alti rispetto agli utenti non caffeina, questo potrebbe essere attribuito a utenti pesanti che necessitano di più caffeina per produrre Lo stesso livello di vigilanza rispetto ai non utilizzatori.

Ansia

Il consumo di caffeina a livelli superiori a 300 mg può portare ad una maggiore ansia, afferma il Centro di informazione per il caffè, anche se la caffeina ha dimostrato di diminuire l’ansia in alcune persone. La sensibilità della caffeina varia in individui e l’esatto meccanismo della caffeina nel corpo non è chiaro. Griffith e Mumford dimostrano che tutti i tessuti del corpo assorbono la caffeina, quindi è difficile isolare l’effetto della caffeina sui tessuti, sugli organi e sul sistema nervoso.

Dormire

Gli utenti cronici della caffeina non sembrano soffrire di disturbi del sonno. Secondo Griffith e Mumford, gli effetti di deprivazione del sonno della caffeina sono maggiori nei bevitori di caffè leggeri che nei bevitori di caffè pesanti. Ciò potrebbe essere dovuto al fatto che i bevitori di caffè pesanti richiedono dosi più elevate di caffeina per interrompere i loro cicli di sonno rispetto agli utenti di caffè occasionali o leggeri. Le donne sono più sensibili alla caffeina e ai disturbi del sonno rispetto agli uomini. L’emivita di caffeina è approssimativamente da 3 a 4 ore, ad eccezione delle femmine incinte e delle donne sulle pillole di controllo delle nascite, in cui gli effetti possono durare fino a 12 ore. Questi gruppi di donne metabolizzano la caffeina ad un tasso più lento degli uomini, in modo da evitare i prodotti caffeinici per prevenire disturbi del sonno.

limitazioni

Il sistema nervoso centrale si adatta ad un’esposizione ripetuta alla caffeina. Per produrre la stessa vigilanza e l’energia dalla caffeina, è necessario aumentare l’importo che consumi. I bodybuilders che usano supplementi di ossido di azoto che includono la caffeina spesso sperimentano una sensazione euforica con la prima dose che non è ripetibile con le successive dosi a meno che non aumentino il dosaggio del supplemento o fanno una pausa dalla caffeina.

Ritiro

I sintomi di ritiro della caffeina includono mal di testa, agitazione e sonnolenza, secondo Griffith e Mumford. I sintomi di ritiro potrebbero essere abbastanza forti per far tornare indietro una persona all’uso di bevande contenenti caffeina per mantenere il livello di prestazioni e per evitare i sentimenti di ritiro. Ma i sintomi sono di breve durata, durano solo pochi giorni.