Caffè e resistenza all’insulina

Il caffè influenza il corpo umano in diversi modi. Quasi tutti hanno familiarità con i brividi e l’ansia che possono verificarsi quando bevi troppo caffè e molte persone hanno subito un mal di testa o una sensazione stanca se mancano la dose di java di mattina. Questi sono problemi relativamente minori e solitamente a breve termine. Ma il caffè può influenzare anche il modo in cui il corpo risponde all’insulina e questo può essere più grave.

Se lo zucchero nel sangue è troppo basso, si ha ipoglicemia e può sviluppare sintomi di chiaroscuri, sudorazione e mal di testa, secondo i servizi di cura diabetica. Ma l’iperglicemia, o l’elevato livello di zucchero nel sangue, può anche causare problemi. L’organismo tenta di mantenere lo zucchero nel sangue entro un intervallo ottimale mediante la secrezione di insulina. Quando si mangia un pasto, aumenta lo zucchero nel sangue mentre il cibo viene digerito e il pancreas secerne l’insulina per riportare nuovamente lo zucchero nel sangue. Poi, quando lo zucchero nel sangue torna verso il basso, il corpo smette di secernere l’insulina; se non lo è, lo zucchero nel sangue potrebbe andare troppo basso. Questo costante processo a sbalzo dipende sia dalla secrezione dell’insulina nel momento giusto, sia nella giusta quantità e dalla capacità del corpo di rispondere all’insulina. Per parafrasare la fiaba, il corpo usa l’insulina per mantenere lo zucchero nel sangue non troppo alto, non troppo basso, ma giusto. Le persone con diabete di tipo 2 sviluppano l’incapacità di secernere l’insulina o di rispondere agli zuccheri nel sangue superiore, la seconda situazione è conosciuta come la resistenza all’insulina, ed è qui che il caffè entra nell’immagine.

Il caffè con la caffeina è più che una bevanda preferita: la caffeina è una droga. La caffeina ha dimostrato di influenzare la risposta del corpo all’insulina, chiamata sensibilità all’insulina. Uno studio condotto nell’edizione del febbraio 2002 di “Diabetes Care” ha rilevato che la caffeina ha diminuito la sensibilità all’insulina nei volontari sani di sesso maschile rispetto al placebo. In un altro studio, riportato nel maggio 2008, in “American Journal of Clinical Nutrition”, Moisey e colleghi hanno scoperto che il caffè con caffeina ha sensibilmente ridotto la sensibilità all’insulina negli uomini sani, mentre il caffè decaffeinato non ha lo stesso effetto.

Il gruppo di Moisey ha anche voluto guardare in modo specifico se la caffeina e il caffè caffeinato hanno gli stessi effetti quando si tratta di resistenza all’insulina, citando altre ricerche che dimostrano l’assunzione di caffè moderata protegge le persone contro il diabete di tipo 2. I ricercatori hanno scoperto che mentre la caffeina pura e caffeina causava un aumento dello zucchero nel sangue, l’effetto era minore per il caffè. Ciò suggerisce, dicono, che l’effetto protettivo del caffè quando si tratta di diabete di tipo 2 deve essere dovuto a altri composti nel caffè.

Così, il caffè effettivamente causa una resistenza all’insulina? La risposta a questo punto sembra forse. Il caffeina con caffeina può avere un effetto sull’insulina, la caffeina solo riduce decisamente la sensibilità all’insulina. Particolarmente alla luce dei risultati della ricerca, se si hanno domande sulla resistenza all’insulina e sul caffè, sarebbe opportuno discutere con un professionista sanitario qualificato.

Circa lo zucchero di anima

La resistenza alla caffeina e all’insulina

Caffeina e caffè

Linea di fondo